Miglior Accenditore Elettrico | Il Looftlighter è veramente valido?

In questa guida ti parleremo dell’accenditore elettrico Looftlighter, spiegandoti cos’è, come funziona e quali sono le possibili alternative.

Se vuoi accendere il barbecue senza fare fumo, e senza produrre cattivi odori, sappi che un accendi carbonella elettrico sa esattamente come andare incontro alle tue aspettative. Si tratta infatti di un apparecchio accessoriato con una resistenza, in grado di produrre un flusso d’aria calda senza sfruttare carburanti come il gas. In sintesi, non solo non inquina l’ambiente, ma è anche più sicuro per chi ama il bbq e per chi desidera grigliare come un vero texano, dato che non crea fiamme.

Curioso di scoprire come funziona, e i risultati del nostro test?

Cos’è e come funziona un accenditore elettrico

Ti basta vederlo all’opera per capire che si tratta di uno strumento semplicissimo. Gli accenditori elettrici come il Looftlighter, infatti, ti permettono di dar fuoco ai bricchetti e alla carbonella senza per questo produrre fumo. Il funzionamento è davvero facile da capire: in pratica, troviamo una sorta di canna con impugnatura dritta, che ospita al suo interno una resistenza. Lo scopo di quest’ultima è riscaldare l’aria, portandola ad una temperatura intorno ai 600 gradi (quindi elevatissima). Diciamo che la tecnologia è la medesima delle piastre elettriche per cucinare.

A quel punto, accendendo lo strumento, avvierai una ventola che produrrà un getto d’aria bollente, indirizzandola verso il carbone tramite la canna. Dopo un certo lasso di tempo (60 secondi circa), la zona verso la quale hai puntato la bocchetta della pistola si accenderà. In sintesi, otterrai il medesimo risultato della classica accensione del barbecue a carbonella con la diavolina, ma con alcuni vantaggi non di poco conto. Facendo a meno del liquido infiammabile, infatti, eviterai la produzione dei fumi e dei cattivi odori tipici di questi prodotti.

Prima di procedere, ricorda che un dispositivo di questo tipo non produce fiamme, dato che si limita al riscaldamento dell’aria. In altri termini, pur essendo un apparecchio da usare con cautela, è decisamente meno pericoloso rispetto agli accenditori a gas per barbecue. Inoltre, consuma pochissima energia (per merito di un wattaggio basso), e non crea altri pericoli come le fughe di gas. Infine, non inquina l’ambiente, e questo è un altro vantaggio a nostro modo di vedere importantissimo.

 

Accendere il barbecue senza fare fumo? Ecco il Looftlighter

Il Looflighter è l’accendi carbonella elettrico originale e, pur non essendo l’unico in vendita online, è senza ombra di dubbio il migliore. Più avanti ci concentreremo anche sulle varie alternative, dato che possono cambiare alcuni aspetti strutturali. Prima di arrivarci, però, è giusto rendere onore all’accenditore per eccellenza, scoprendone ogni dettaglio in questa recensione.

accendi carbonella elettrico

Tecnologia e accensione

La tecnologia di questo apparecchio è la medesima dell’esempio riportato poco sopra. Vuol dire che troviamo un gambo verticale che ospita, al suo interno, una piccola resistenza e una ventola. Una volta acceso, dal bocchettone del gambo fuoriuscirà un getto d’aria calda a 600 gradi, capace di accendere la carbonella in 60 secondi circa. In realtà le tempistiche di accensione possono variare in base al materiale.

Per farti un paio di esempi concreti, le bricchette prodotte dalla Weber richiedono un riscaldamento intorno agli 80 secondi circa (dipende dalla consistenza del carbone). Funziona anche come accenditore di legna, ma è chiaro che in tal caso i tempi necessari si allungano ulteriormente.

Inoltre l’apparecchio è accessoriato con un manico con impugnatura ergonomica, ed è quasi interamente realizzato in materiali isolanti. Questa è una caratteristica essenziale, dato che il calore prodotto dalla resistenza non verrà trasmesso all’esterno, se non dalla bocchetta di uscita e dalla zona metallica. In altre parole, non correrai il rischio di bruciarti, se lo impugnerai nella maniera corretta.

Infine, anche la sezione in metallo (quella traforata, per intenderci) non resta calda a lungo, ma ti consigliamo comunque di far passare almeno 10 minuti prima di toccarla.

 

Alimentazione elettrica

Il Looflighter classico è un accenditore elettrico a filo: vuol dire che, per farlo funzionare, dovrai collegare il cavo ad una presa di corrente. Se in giardino non hai delle prese nelle vicinanze, non devi preoccuparti, dato che ti basta utilizzare una prolunga. In realtà la casa produttrice di questo accendi carbonella elettrico ha lanciato di recente una seconda versione. È quasi del tutto identica alla precedente, ma è alimentata a batteria.

Noi abbiamo avuto la possibilità di testarle entrambe, e ti consigliamo di optare per quella a cavo, per un motivo molto semplice: siccome servono circa 60 secondi per riscaldare una singola zona della carbonella, l’autonomia della batteria potrebbe diventare limitante. Soprattutto se devi accendere un bbq molto grande, avrai la necessità di puntare il tuo bruciatore su più aree, e se la batteria ti abbandonerà in piena accensione potrebbe diventare un bel problema.

È un rischio che non corri con il modello a filo, considerando che in tal caso non ci sono limiti in quanto ad autonomia.

 

Struttura

La struttura è a canna, e si tratta della vera novità introdotta da questo accendi bbq. I vecchi modelli, infatti, avevano una resistenza esterna a vista, sulla quale posizionare il carbone. Fra poco avremo modo, comunque, di scoprire insieme la recensione di un prodotto di questa categoria.

PRO

  • L’originale accendi barbecue elettrico
  • Riscalda rapidamente la carbonella
  • Materiali di ottima qualità

CONTRO

  • Ha un costo superiore alle medie

LooftLighter - Accenditore elettrico

LooftLighter – Accenditore elettrico

  • Un modo facile e veloce per accendere il tuo barbecue a carbone
  • Accende la carbonella e bricchetti in 60 secondi
  • Raggiunge i 600 gradi
  • Cavo lungo 1,5 metri, che ti permette di usare l’accenditore dovunque
  • Ottimo per accendere anche la legna

 

I migliori accenditori elettrici alternativi

Poco sopra ti abbiamo accennato ad un fatto: non tutti i modelli sono uguali, e non tutti lavorano nella stessa maniera. Beninteso, il risultato è sempre lo stesso: riuscirai ad accendere il barbecue senza fare fumo, dunque senza usare accenditori infiammabili o chimici come la diavolina. Allora, se il risultato è il medesimo, perché dovresti valutare delle possibili alternative? Per due motivi:

  • Perché l’originale potrebbe non essere disponibile al momento
  • Perché potresti risparmiare qualche euro (e non fa mai male)

Ecco una rapida recensione dei prodotti che abbiamo provato personalmente, e che potresti scegliere come seconda opzione dopo l’originale.

BBQ-Toro Accendigrill Elettrico | 2000 W, 650 °C 

Un ottima alternativa all'originale

Un ottima alternativa all’originale

VELOCE | Con questo accenditore elettrico per barbecue si possono accendere velocemente e facilmente carbone e legna. Temperatura massima è di 650°C.

SICURO | La lunghezza dell’accenditore ti tiene lontano da scintille e fiamme durante l’accensione. Spegnimento atuomatico non appena il pulsante non viene più premuto. Supporto per raffreddamento incluso.

UTILIZZO | Accendere ad una distanza di ca. 5 – 10 cm dal carbone. Non appena si vedono delle scintille, Allontanare l’accenditore di altri 10 cm e continuare fino a accensione completa.

BONUS IGNORANZA | Apribottiglie sul supporto.

Bruzzzler Accenditore elettrico 

Tra i piú economici

Tra i piú economici

  • Due livelli di potenza: 600°C per l’accensione della griglia e 50°C per alimentarla.
  • Accensione del carbone in pochi minuti
  • Protezione dal surriscaldamento
  • Cavo lungo 2 metri

È più corto e più piccolo rispetto al Looftlighter, dunque è anche meno potente, ma si tratta di una buonissima soluzione alternativa low cost. Chiaramente non potrai aspettarti le medesime performance dell’originale, e infatti servono dai 2 ai 3 minuti per dar fuoco al carbone o alle bricchette. Poco male, perché il risultato finale è assicurato, e perché i vantaggi garantiti sono esattamente gli stessi.

Anche in questo caso si tratta di un modello a canna, con impugnatura in materiali atermici e capace di riscaldare l’aria fino a 600 gradi circa. Questo significa che non produce né fiamme né fumo, in quanto non utilizza gas o altri combustibili per alimentarsi, e ti evita l’utilizzo della diavolina o dei gel infiammabili. Considera inoltre che è presente un sistema di sicurezza che arresta immediatamente il riscaldamento della serpentina, in caso di surriscaldamento.

Se devi andare al risparmio, e se hai la pazienza di aspettare più tempo, allora questo modello potrebbe fare al caso tuo.

PRO

  • Prezzo concorrenziale
  • Sistema di sicurezza con spegnimento automatico

CONTRO

  • Richiede circa 2-3 minuti per accendere il carbone
  • La canna di accensione é piú corta

 

Tristar Accenditore Elettrico per Barbecue BQ-2819

Tristar Accenditore Elettrico per Barbecue

Tristar Accenditore Elettrico per Barbecue

  • Un modo facile e veloce per accendere il tuo barbecue a carbone
  • Accende la carbonella e bricchetti in 15 minuti, per iniziare a grigliare rapidamente
  • L’accenditore può essere riposto in sicurezza nel supporto in dotazione, che può essere montato a parete o su un piano orizzontale
  • Cavo lungo 1,5 metri, che ti permette di usare l’accenditore dovunque

Se ti piacciono le soluzioni classiche, e se sei un amante delle tradizioni, allora ti troverai a meraviglia con il Tristar. Si tratta infatti di un accendi carbonella elettrico “a paletta”, con serpentina riscaldante esterna e non interna. Come si usa? È facilissimo: non devi fare altro che posizionare la serpentina sotto ai carboni, e attendere il tempo necessario per l’accensione della carbonella (servono 15 minuti circa).

Ci sono sia vantaggi che svantaggi. Per prima cosa, avendo una superficie ampia, la pala con la serpentina può accogliere molto carbone e quindi consentirti l’accensione della brace senza dover ripetere l’operazione una seconda volta. Ricorda però che impiega un quarto d’ora per riuscirci, e che non sempre vale la pena di attendere tanto tempo. Con un accenditore a canna faresti molto prima, anche a costo di utilizzarlo due o tre volte (3 o 4 minuti contro 15 minuti).

Questo spiega anche perché il Tristar è il modello più economico in assoluto. Ci sono altri elementi da sottolineare, come la lunghezza del cavo (1,5 metri) e la presenza nel kit di una custodia apposita.

PRO

  • Il più economico sul mercato
  • Riscalda tutto il carbone e non una singola zona

CONTRO

  • Richiede 15 minuti per l’accensione
  • Cavo piuttosto corto (ma puoi usare la prolunga)

Non solo elettricità: la ciminiera per barbecue

Prima di salutarti, vorremmo ricordarti che ci sono anche altri sistemi, oltre ad un accenditore elettrico come il Looflighter e i suoi “fratelli”. In tal caso ti stiamo parlando della classicissima ciminiera, come quella prodotta dalla Weber. Sappi però che questi strumenti sono poco adatti per accendere il barbecue senza fare fumo, ma sono utili perché lo riducono. Il motivo? Con la ciminiera si accende solo una piccola quantità di carbone, per poi riversare quest’ultimo nella brace.

[optin-monster-shortcode id=”hntsycfhstqnjvodxmyy”]

Segui le nostre ricette!

Condividiamo sempre ricette e consigli sulla nostra pagina facebook, abbiamo un gruppo FB con piu’ di 9000 appassionati. Ci trovi anche su Instagram e YouTube

Se poi vuoi ricevere ogni settimana e gratuitamente delle ricette e dei coupon di sconto da partner di produttori che ogni tanto offrono coupon ai lettori, iscriviti alla nostra newsletter!

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

A tutta Griglia | Grigliare Duro
Logo