Ricetta Seppia Gigante marinata al Mojito o alla mediterranea

La seppia gigante marinata è un piatto delicato e gustoso, decisamente estivo nella variante che vi proponiamo al Mojito e sempre apprezzato nella più classica variante mediterrranea

La seppia gigante al Mojito è una di quelle ricette che vengono fuori dal caso, di quelle che sono anche belle da raccontare.

Stavamo passando un tranquillo pomeriggio in giardino rinfrescandoci a suon di Mojito in attesa della grigliata serale.

Avevamo una gigantesca seppia tipo kraken pronta da grigliare sulle braci nel più tradizionale dei modi e quando stavamo iniziando a preparare la marinatura il dramma, una caraffa del nostro mojito si è riversata sul mostro marino e… BOOM, ecco l'illuminazione!

Pulire la seppia gigante

ATTENZIONE

Di solito le seppione giganti le vendono già pulite ma nel caso non lo fosse l'ingrato compito toccherà a voi, il procedimento è molto semplice:

  • rimuovere tutto lo strato esterno di pelle (sembra una pellicola di colore violaceo), la seppia deve risultare perfettamente BIANCA
  • staccare gli occhi tagliandoli via semplicemente con una forbice
  • incidere il retro fino ad aprire la sacca
  • rimuovere l'osso
  • svuotare la sacca dalle interiora facendo molta attenzione alle vescicole nere, quelle infatti contengono il famoso “Nero di Seppia” e rompendole combinate un mezzo disastro, viceversa conservandole avete un ottimo ingrediente per un risotto spaziale!
  • Rimuovere il “becco” un piccolo ossicino che si trova al centro della base dei tentacoli,  esce molto facilmente basta spingere con le dita
  • sciacquare abbondantemente con acqua corrente rimuovendo ogni residuo

Preparare la seppia gigante per la griglia

Per iniziare vi consigliamo di incidere facendo dei rombi la superficie della seppia con un coltello affilato facendo attenzione a non trapassarla, questo oltre a dare un bellissimo effetto estetico permetterà alla marinatura di penetrare maggiormente

 

Seppia Gigante al Mojito

Ingredienti

  • 1 Seppia Gigante (da 1,2 kg in su)
  • 1 Lime
  • 1 Ciuffo di menta fresca
  • 15 ml Rum

 

Procedimento

Se non sai cosa sia una marinatura non temere, trovi qui l'articolo su marinatura e salamoia.

Per prima cosa preparate la marinatura tagliando grossolanamente la menta e aggiungendo il succo di 1 Lime e il Rum

NB: nel caso non resistiate alla tentazione di aggiungere tonica e berlo ripetere il procedimento…anche più volte se necessario!

Mettete il seppione in una terrina, irrorate con l'intruglio e lasciate riposare in frigo per almeno un paio d'ore.

Preparazione del BBQ

Preparate il barbecue per una cottura diretta con fuoco molto alto.

Io per comodità quando griglio il pesce utilizzo una graticola tipo questa

Weber 6470 Graticola da Pesce/ Verdure per Barbecue, 28 x 21 cm
  • Per pesci interi e filetti
  • Flip cestino per trasformare pesce
  • Pesce sarà non caduta apart o stick

Ecco la graticola in funzione qua sotto

Quando il il lato verso le braci avrà un colore dorato come in foto girate la seppia, quando avrà raggiunto quello stesso colore anche l'altro lato la seppia sarà pronta

(indicativamente impiegherà 15 minuti ma fidatevi del vostro istinto)

Aggiustare di sale e pepe a piacimento.

La seppia può essere servita calda, accompagnata da un contorno di verdure, o fredda magari fatta a pezzi in un'insalata

Quando la assaggerete verrete sopraffatti dal sapore unico e fresco di questa semplice ricetta!

Seppia Gigante con Marinatura Mediterranea

Se volete servire un piatto più classico adatto a tutti i palati potete usare lo stesso procedimento cambiando la marinatura, noi l'abbiamo provata anche con un trito mediterraneo

  • Aglio a spicchi
  • Olio EVO
  • Rosmarino
  • Prezzemolo
  • Cipolla disidratata
  • Basilico

Il procedimento è identico al precedente per cottura e tempistiche, cambia solo la composizione della marinatura. Qui vi abbiamo suggerito due varianti, ma lasciatevi guidare dal vostro gusto per realizzare la marinatura secondo il vostro piacere…considerate la seppia come una spugna!!!

Questa e altre ricette nella nostra newsletter o nel gruppo facebook Grigliare Duro Crew

Andrea, Grigliare Duro