Ricetta Ragnetto al barbecue | Quando basta poco per stupire

Oggi parliamo della ricetta per il Ragnetto, un pezzo del manzo “povero” ma che preparato nel barbecue nella maniera giusta riserva incredibili sorprese!

Tempo fà sono andato a trovare il nostro amico Luca Terni, rinomato macellaio toscano nonchè ormai famoso chef ospite stabile del programma televisivo Detto Fatto e chiaccherando gli chiesi un taglio di carne poco conosciuto e ci ha consigliato di provare il RAGNETTO un pezzo del manzo che si trova in mezzo al bacino, piccolo ma succoso che deve il suo nome al reticolo di grasso che lo contraddistingue e che ricorda una ragnatela, ma che ve lo dico a fà …una bomba!

Per questo piatto abbiamo pensato ad una cottura in L&S molto semplice, in modo che il grasso si sciolga lentamente, che non richiede nessun tipo di accorgimento, se non la pazienza di attendere il tempo di cottura molto lungo, accompagnandolo con una salsa chimichurri (qui la ricetta per la salsa verde messicana) che ne ha esaltato il gusto

Ingredienti per 4 persone

  • 4 ragnetti
  • Prezzemolo 50 g
  • Peperoncino fresco 10 g
  • Cipollotto fresco 50 g
  • Origano fresco 10 g
  • Aglio 2 spicchi
  • Olio EVO
  • Aceto di mele 10 ml
  • Cumino 3 g
  • Sale fino
  • Pepe nero

Ricetta Ragnetto

Ragnetto al BBQ: preparazione

Come vi dicevo la preparazione è molto semplice e non richiede nessuna operazione prima della cottura quindi preparate il vostro Kettle per una cottura indiretta in L&S.

Temperatura di circa 120 ° per un tempo di circa 3-4 ore.

Hai un barbecue senza termometro e non sai come regolare la temperatura? No problem, leggi i nostri consigli sui migliori termometri da barbecue, partono da 10 euro e ci sono anche i termometri wireless che ti avvisano quando e' ora di smettere di bere e iniziare a mangiare.

Spezzettate un rametto di rosmarino sulla prima parte del vostro snake per dare profumo alla carne

Mentre la ciccia cuoce potete dedicarvi alla preparazione del Chimicurri , la ricetta la trovate QUI, sorseggiando del buon vino rosso che preparerà le vostre papille gustative ad un'esperienza veramente gustosa, noi ci siamo affidati ad un buon Primitivo

Il ragnetto sarà pronto già a 80° interni, grazie all'alta concentrazione di grasso non risulterà assolutamente asciutto, ma se avrete la pazienza di portarlo a 90-92° raggiungerà il massimo della sua espressione e si scioglierà in bocca

Servitelo con la salsa di accompagnamento e il gioco è fatto

Andrea, Grigliare Duro